TVB Ti Voglio Bene di Kody Keplinger – Recensione

book by:
Kody Keplinger

Reviewed by:
Rating:
3
On Agosto 29, 2016
Last modified:Settembre 8, 2016

Summary:

Possono le bugie rovinare un rapporto d'amore ed una bellissima amicizia? Il nuovo romanzo della Kopliger ci invita a riflettere sull'importanza di dire la verità, la quale paga molto di più che le bugie, che hanno invece conseguenze ben più catastrofiche.

Buongiorno e buon inizio settimana, sono ILaria e vi scrivo oggi per parlarvi di un libro, in uscita oggi in tutte le librerie, che tratta di amore, amicizie e lealtà. Si intitola “TVB. Ti Voglio Bene” ed ha come protagonista una 17enne che non fa altro che dire bugie…

Titolo: TVB Ti Voglio Bene
Autore: Kody Keplinger
Casa editrice: Newton Compton
Prezzo ebook: 4.99 €
Prezzo cartaceo: 9.90 €

Trama: Sonny Ardmore è una bugiarda ineguagliabile. Da sempre si inventa bugie per nascondere che suo padre è in prigione, e adesso racconta in giro che sua madre l’ha cacciata di casa. Ogni notte si intrufola di nascosto in casa della sua migliore amica con la scusa di non avere altro posto dove andare a dormire.
Amy Rush è l’unica persona con cui Sonny condivide segreti, vestiti e anche la sua nemesi, all’anagrafe Ryder Cross. Ryder è appena arrivato alla Hamilton High School e ha tutta l’aria di essere uno di quegli insopportabili fighetti snob. Ma ha un punto debole: Amy. Così, quando il ragazzo scrive un’email a Amy chiedendole di uscire, le due amiche colgono la palla al balzo per fargli uno scherzo indimenticabile. Ma senza volerlo, Sonny finisce per chattare con Ryder tutta la notte, e arriva alla terribile conclusione che forse potrebbe addirittura piacerle. C’è solo un piccolo problema: Ryder è convinto che quella con cui sta chattando sia Amy. Sonny questa volta dovrà inventarsi un piano geniale per far capire a Ryder che è lei la ragazza dei suoi sogni, e la cosa si rivela davvero più complicata di quanto pensasse…

Recensione: il libro di Kody Kopliger mi ha fatto fare un tuffo nel passato, al periodo dell’adolescenza, a quello delle prime cottarelle e al ricorso al virtuale per rompere il ghiaccio senza imbarazzo, cosa che accade anche alla protagonista di “TVB Ti voglio bene”.
A ben vedere però quando lei inizia a chattare con Ryder, il nuovo arrivato in classe sua, non le piace per niente, anzi si può dire che proprio non lo sopporta…e la cosa è reciproca! Lui prima abitava a Washington e durante le lezioni non fa altro che lamentarsi di quel che lo circonda e tessere le lodi di Washington. Dove stava prima era tutto migliore e divertente e queste sue continue lamentele volte a sminuire il paese che a Sonny ha dato i natali, la fanno parecchio infuriare. Per questo non perde occasione di rispondergli a tono in classe e tra di loro spesso nascono dei diverbi.
Ma tanto si scannano nella vita reale, tanto si trovano virtualmente…sembrano intendersi alla grande, peccato che Sonny scriva dall’account della sua migliore amica Amy, per la quale Ryder ha preso una bella cotta.

Non ero sola. Avevo la famiglia Rush: persone che mi conoscevano, che avevano visto la parte brutta di me e che, nonostante ciò, mi volevano bene. Tra noi non c’era un legame di sangue, ma era comunque la mia famiglia.

Come scritto nella trama ufficiale infatti, Sonny ed Amy fanno uno scherzo virtuale a Ryder, ma quando qualche ora dopo il ragazzo riceve la mail scrive ad Amy ed in gran segreto è Sonny a rispondere. Lei non rivela la sua identità e Ryder è quindi convinto di parlare con la sua adorata Amy. I due si aprono parlando dei loro problemi familiari, soprattutto Ryder, ed ogni sera hanno come un appuntamento, seppur non lo fissino. Si cercano a vicenda e diventano sempre più presi l’uno per l’altra e questo è problematico per diversi motivi. In primis perché, come abbiamo detto, Ryder non sa di scrivere a Sonny e in secondo luogo perché Sonny si è spinta oltre con i messaggi e quando Amy lo scopre chiede alla sua migliore amica di confessare la verità, e dire le cose come effettivamente stanno e Sonny non lo fa. La sua indole bugiarda la porta a mentire a tutte le persone che le stanno vicino, anche quelle che le vogliono più bene, e questo porterà ovviamente delle complicazioni e dei dolori per Sonny.

Ero esattamente la ragazza che pensavi, Ryder. Sono stata più sincera con te di quanto non lo sia mai stata in vita mia. Anche nei messaggi e in chat, ti ho rivelato tante cose di me stessa, più di quanto sapesse chiunque altro. Solo che tu non sapevi che fossi io. Però tutto quello che ti ho raccontato, su mia madre…Ryder, è grazie a te se ho chiamato mio padre. È sempre grazie a te se adesso forse potrò riallacciare i rapporti con lui. Non mi sono mai aperta così con Amy. Forse questo non significa niente per te, ma per me è importante.

Il libro a mio avviso scorre bene e la divisione dei capitoli è ben studiata, ti fa venire voglia di andare avanti e scoprire che cosa succede, ma il finale è inconcludente. Fa capire come può evolvere, ma mi è sembrato molto, anzi troppo sbrigativo.
In quanto ai personaggi, bhè devo ammettere che Sonny non l’ho particolarmente amata perché è troppo scroccona e bugiarda appunto; piuttosto ho fatto il tifo per Amy, affinché si svegliasse dalla sua mitezza e diventasse meno accondiscendente, affinché reagisse e tirasse fuori le unghie.
Infine, per quel che riguarda le tematiche direi che le due principali sono la lealtà e l’amicizia, le quali nel corso del romanzo si intrecciano con i temi dell’amore e dell’identità, virtuale e non.

Compra il libro QUI

A presto 🙂

ILaria

Possono le bugie rovinare un rapporto d'amore ed una bellissima amicizia? Il nuovo romanzo della Kopliger ci invita a riflettere sull'importanza di dire la verità, la quale paga molto di più che le bugie, che hanno invece conseguenze ben più catastrofiche.

You may also like

Rispondi