22.11.63 di Stephen King: romanzo vs serie tv.

Review of: 22.11.63
romanzo e serie tv :
di Stephen King & JJ Abrams

Reviewed by:
Rating:
4
On Novembre 18, 2016
Last modified:Novembre 18, 2016

Summary:

Un insegnante di inglese del Maine viaggia indietro nel tempo per impedire l'assassinio di John Fitzgerald Kennedy.

Buon venerdì telefilm addicted! Questa settimana vi proporrò una tipologia di articolo nuovo qui sul blog. In collaborazione con la ns. Pippi, vi parlerò di “22.11.63” romanzo di fantascienza del famoso autore contemporaneo Stephen King, da cui è stato tratto anche un telefilm prodotto da JJ Abrams con protagonista il bellissimo e bravissimo James Franco.

Vi anticipo che faremo un’accurata distinzione tra il romanzo e la sua trasposizione telefilmica, quindi probabilmente ci saranno innumerevoli spoiler… starà a voi decidere se continuare la lettura fino alla fine, se non avete né letto il romanzo né visto la serie tv ma ne siete incuriosite/i, o fermarvi prima perché non amate gli spoiler.

Per adesso continuate a leggere per conoscere i due prodotti, e quando inizieranno gli spoiler ve li segnaleremo! 😉

ARE U READY?!

ROMANZO: info e mini-recensione a cura di Pippi.

Ciao a tutti! Sono Pina e oggi voglio recensirvi un romanzo di un genere diverso dal solito e che ha fatto molto discutere. C’è chi lo ama e chi lo odia. Sto parlando di “22.11.63” di Stephen King. Cosa ne penso?

206978886836hig_15Titolo: 22.11.63

Autore:  Stephen King

Prezzo:  € 26,90 (copertina rigida) – € 10,95 (brossura) – € 6,99 (ebook)

Editore: Sperling & Kupfer

Trama: Il 22 novembre 1963 tre spari risuonarono a Dallas, il presidente Kennedy morì e il mondo non fu più lo stesso. Se fosse possibile cambiare il corso della Storia, tu lo faresti? È quello che si domanda Jake Epping, tranquillo professore di Lisbon Falls, Maine, quando scopre che la tavola calda del suo amico Al nasconde un segreto. La dispensa è in realtà un passaggio temporale e conduce al 1958. Per Jake è una rivelazione sconvolgente, eppure l’incredulità non gli impedisce di tornare ai favolosi anni Sessanta e cominciare una nuova esistenza nel mondo di Elvis Presley e James Dean, del twist e delle automobili interminabili. Un mondo in cui Jake si lascerà coinvolgere in una missione straordinaria: fermare Oswald e salvare Kennedy. Sovvertendo per sempre tutte le regole del tempo. E della Storia.

Recensione

Mea culpa, non avevo mai letto un libro di King. Questo è stato il primo e devo dire che assolutamente ne leggerò altri se sono tutti come 22.11.63. È uno di quei libri che ti tiene incollato dalla prima all’ultima pagina, completo di tutto: amore, suspance, omicidi, fantascienza e attraverso tutti questi avvenimenti riesce ad appassionare, commuovere, arrabbiare e, perché no, anche sorridere.

Il modo di scrivere di King è impressionante. Riesce a farti immergere completamente nella storia e, in questo caso, negli anni 60. Una società completamente diversa da quella del 2011. Sono tutti più “ingenui” e fiduciosi, in un’America ancora non affranta dal terrorismo. Dilaga però una forte ignoranza e ancora non si è arrivati alla sensibilizzazione contro il razzismo. Tutti i particolari sono descritti meticolosamente. I costumi e le tecnologie cambiano, ma il mondo rimane quello che è: in fin dei conti la storia si ripete.

Le coincidenze esistono, ma sono giunto a credere che in realtà siano rare. C’è qualcosa all’opera, ok? Da qualche parte nell’universo, o al di là di esso, un grande marchingegno ticchetta e fa girare i suoi mirabolanti ingranaggi. Ogni tanto, dal mazzo salta fuori una carta imprevista, ma quasi tutte le cose che sono devono essere.

Secondo me l’intento di King è stato proprio questo scrivendo il libro in questione.: ci ha voluto fornire uno strumento per conoscere la storia passata, e per cambiare il nostro presente.

Acquista il romanzo cliccando qui.

SERIE TV: info e mini recensione a cura di Gina.

Titolo:  22.11.63

Prima tv USA: 15 febbraio 2016 (Hulu)

Prima tv ITA: 11 aprile 2016 (Fox)

In produzione: No – serie conclusa

Genere: Fantascienza, giallo, thriller, drama

Stagione/i: 1

Episodi: 8

Durata: 55 minuti/episodio

Personaggi principali: James Franco: Jake Epping/Jake Amberson – Chris Cooper: Al Templeton – Sarah Gadon: Saedie Dunhill – Lucy Fry: Marina Oswald – George MacKay: Bill Turcotte – Daniel Webber: Lee Harvey Oswald.

Trama: Un insegnante di inglese del Maine, grazie al proprietario di una tavola calda, trova un passaggio per viaggiare indietro nel tempo ed arrivare nel 1963. La sua missione sarà quella di impedire l’assassinio del Presidente USA John Fitzgerald Kennedy.

Recensione: Serie tv auto-conclusiva di 8 episodi totali, prodotta dal giovane papà di film e serie tv famosissime come “Lost” o “Person of Interest”, e intrepretato da un bravissimo e sottovalutato attore come James Franco.

Jake Epping, un insegnate di inglese, con l’aiuto dell’amico Al Templeton riesce a tornare indietro nel tempo fino al 1960, attraversando un portale chiamato “la buca del coniglio”. Lo stesso Al aveva tentato – senza buoni risultati – a cambiare un avvenimento importante per gli Stati Uniti d’America, accaduto negli anni ’60, cioè l’assassinio del Presidente JFK. Questa missione viene ceduta a Jake, il quale accetta – nonostante qualche tentennamento iniziale – e così arriverà a Jodie, un paese vicino Dallas. Lì il ns. protagonista, visto che dovrà viverci per 3 anni prima della fatidica data “11 novembre 1963”, si costruirà una vita, arrivando a doversi fidare di un amico e vicino di casa – Bill Turcotte – e innamorandosi di una collega di nome Saedie. Negli anni “che passerà nel passato” farà la conoscenza di molti personaggi storici legati all’assassino – Lee Harvey Oswald – di Kennedy e cercherà in tutti i modi di non cambiare radicalmente il passato per poter arrivare al momento giusto ed intercettare e fermare Oswald.

James Franco l’ho trovato molto bravo e convincente, così come Daniel Webber (che nella serie tv interpreta Oswald), molto particolare nella sua camminata e nei continui cambi di umore che lo dipingono come una persona iraconda e sbandata.

Acquista la serie tv in lingua originale cliccando qui.

Il romanzo di King è formato da 800 pagine e gli sceneggiatori hanno dovuto adattare questo mattone in 8 episodi, quindi hanno tagliato molte parti sia riflessive, che di vita quotidiano di Jake e delle persone che lo circondano.

Ma quali sono state le differenze tra il libro e il telefilm?

Lasciamo la parola a Pippi 🙂

Quali sono le sostanziali differenze tra libro e serie tv? Io vi direi tutto. Sono due cose completamente diverse e non capisco per quale motivo sia così difficile riportare un libro – che è già un capolavoro – sul piccolo schermo così com’è, senza dover stravolgere tutto. Capisco che è una trama molto complessa che, al suo interno, comprende story-line molto intricate. Capisco anche il voler tagliare alcune di queste perché non necessarie. Ma è stata cambiata quasi totalmente anche la storia principale e questo, per me, è stato un grave errore…

Prima puntata

  • La buca del coniglio porta all’anno 1958, non al 1960.
  • L’intento di Jake è quello di salvare prima Harry per capire se il salvataggio di una persona possa compromettere in maniera negativa il futuro, tornare indietro da Al e poi ricominciare tutto da capo e salvare Kennedy. Nella serie invece lui parte direttamente con l’intento di salvare JFK e infatti va direttamente a Dallas, mentre nel libro ci va soltanto dopo aver salvato Harry.
  • Jake incontrerà Saedie soltanto una volta arrivato a Jodie, e non a Dallas.
  • Al non muore prima che lui parta.
  • Gli appunti di Al non prendono fuoco nell’incendio.

Seconda puntata

  • La città dove vivono i Dunning è Derry.
  • Jake arriva in città mesi prima di Halloween per poter tener d’occhio Frank (padre di Harry). Non cerca di cambiare il passato per far sì che la sera di Halloween sia proprio come Harry aveva scritto nel suo tema. Infatti non parla con Frank Dunning né con sua moglie.
  • Bill Turcotte non ritrova il foglio di giornale dove viene citato Kennedy.

Terza e quarta puntata

  • Nel libro Jake agisce da solo, non racconta assolutamente a nessuno quello che deve fare.
  • Bill Turcotte rimane a Derry.
  • Miss Mimi e Deke Simmons hanno un ruolo fondamentale nel libro: sono fidanzati, nonostante la loro età e quando scoprono che miss Mimi è gravemente malata decidono di sposarsi ed è proprio al loro matrimonio che Saedie entra in scena.
  • Saedie è vergine nonostante sia stata sposata per vari anni e solo dopo un pò di tempo decide di concedersi a Jake, nonostante il divorzio non sia ancora completato.
  • Oswald e George De Mohrenschildt hanno un rapporto molto diverso. Sono sì amici, ma si conoscono grazie a Marina e nelle registrazioni non viene mai menzionato né l’attentato a Walker né quello a Kennedy. Infatti Jake rimane in dubbio fino alla fine.

Quinta puntata

  • Jake non viene licenziato dalla scuola perché non viene mai ritrovato nel “bordello” e le registrazioni non vengono scoperte né da Sadie, né da nessun’ altro. I due si lasciano perché lei sa che ha qualcosa da nascondere del suo passato e non le sta bene. Lui lascia la scuola con la scusa di trasferirsi a Dallas per completare il suo libro. Nonostante la loro relazione sia finita, si preoccupa per Sadie perché crede che il marito possa tornare per farle del male. Infatti avvisa Deke di guardarsi intorno in città per verificare che lui non sia nei paraggi.
  • Dopo varie peripezie Jake decide di dire parte della verità a Saedie perché la ama e nonostante tutto vuole averla al suo fianco.
  • La sera dell’attentato a Walker il telefono di casa di Jake a Dallas squilla ed è il marito di Saedie che gli ordina di tornare da lui altrimenti l’avrebbe uccisa. Jake ha solo un attimo di esitazione, si mette in auto e corre dalla sua amata. Decide di chiamare Deke per farsi aiutare. Infatti i due riescono ad irrompere nella casa, ma non riescono ad evitare che la ragazza venga sfregiata. Jake non uccide il marito di Saedie, ma è lui che si suicida.

Sesta e settima puntata

  • Le cure di Saedie sono costose, quindi Jake decide di fare un’ultima scommessa. Purtroppo viene pestato dalla “mafia” poiché vengono rintracciate anche le scommesse che aveva fatto negli altri stati (nel libro). Rimane per mesi in ospedale e non ricorda nulla. Pian piano riaffiorano i ricordi ma cerca di tenere allo scuro Saedie per evitare che si faccia del male.
  • Jake NON entra mai in contatto con Lee o con la sua famiglia.   
  • La sera prima dell’attentato va via dall’ospedale e torna nella sua vecchia casa di Dallas, ma la mattina dopo, al suo risveglio, trova Saedie ad aspettarlo ed insieme cercano di arrivare alla libreria dove lavora Lee.

Ottava e ultima puntata

Siamo state mooolto spoilerose, quindi le differenze della puntata finale non ve le elenchiamo, vi lasciamo solo un’immagine qui sotto… attendiamo, comunque, tutti i vs. commenti 😉

1423822655_us_11-22-63_cover-1

Se siete arrivati fin qui vuol dire che siete amanti degli spoiler, come la sottoscritta. Se invece avete scorso tutto il ns. post perchè avete sia letto il romanzo di King che visto la serie tv con JFranco, sia io che Pippi ve ne siamo grate! 😉

Vi è piaciuto il libro? E cosa ne pensate della serie tv?

Un bacio da me e Pippi,

ci rileggiamo settimana prossima!

Gina.

Un insegnante di inglese del Maine viaggia indietro nel tempo per impedire l'assassinio di John Fitzgerald Kennedy.

You may also like

Rispondi