Recensione “Dimmi che sarai qui” di Mia Sheridan

Buongiorno Readers! :*
Oggi vi propongo la mia recensione di un libro davvero speciale, che mi ha fatta emozionare!
“DIMMI CHE SARAI QUI” di Mia Sheridan  🙂

81gq094GJCLTitolo originale: Archer’s Voice
Autrice: Mia Sheridan
Editore: Newton Compton
Prezzo: 4.99(solo e-book)
Genere: Romance contemporaneo(NA)
Voto: 10/10
🎀🎀🎀🎀🎀
Trama: Bree Prescott si è appena trasferita nella tranquilla e isolata cittadina di Pelion, nel Maine, dove spera di ritrovare la serenità di cui ha disperatamente bisogno. Proprio il primo giorno nella sua nuova casa sul lago, tuttavia, incontra Archer Hale, un uomo affascinante e solitario. Anche lui, come Bree, nasconde dei segreti dolorosi, ferite che hanno scavato così in profondità da farlo chiudere per sempre nel silenzio. Nessuno in città può dire di conoscere davvero Archer, ma Bree vuole provarci, perché forse l’unico modo per liberarsi dalle catene del dolore e riassaporare la felicità è aiutare quell’uomo a trovare la voce che sembra aver perso per sempre…
🎀🎀🎀🎀🎀

“Mi abbracciò nuovamente, e rimanemmo così per quella che parve un’eternità, godendoci semplicemente il fatto di tenerci stretti l’uno all’altro, pelle a pelle, cuore a cuore.”

 

RECENSIONE 📚📚📚📚📚📚📚📚📚📚📚📚📚📚
Credo che né la cover né il titolo italiano possano far capire il valore di questo meraviglioso romanzo.
Premetto che di solito non leggo tanti romanzi d’amore, specialmente se New Adult, ma stavolta, attratta dalle recensione e i pareri positivi, ho voluto provare.
E non me ne sono pentita.
Questo romanzo racconta la storia di Bree, una ragazza 21enne a cui sono morti entrambi i genitori, e che ha visto il padre cadere davanti a lei, addirittura.
L’assassino stava per fare la stessa cosa con Bree, ma la polizia è riuscita a salvarla. Tutti i giorni lei ringrazia il cielo per questo, ma tutti giorni ha anche incubi e flashback sul momento in cui la vita le è passata davanti agli occhi.
Finché non incontra Archer.
Archer è un ragazzo fuori, un uomo di 23 anni, ma dentro è ancora un bambino.
Ha un passato così doloroso che lo ha reso chiuso e introverso, come la pallottola che gli ha colpito un punto fatale della gola, rendendolo muto all’età di 7 anni.
Archer è un uomo silenzioso, che porta dentro i lutti che ha passato e non ne fa parola con nessuno. È come se non esistesse.
Ma Bree lo nota, si rivolge a lui, e i loro dialoghi diventano mani che parlano, perché entrambi conoscono il linguaggio dei segni.
La loro amicizia silenziosa e muta, diventa presto un sentimento unico, che nessuno dei due ha mai conosciuto: l’amore.
Archer sperimenterà il primo bacio, il primo vero abbraccio con Bree, e lei sarà felice di insegnarglieli, perché solo così entrambi si libereranno dalle catene di un passato che non ha futuro.

Citazione:
“Le cose cattive non accadono alle persone perché queste meritano che accadano. Non funziona in modo così semplicistico. È solo che… a volte accade nella vita. E non importa chi siamo, dobbiamo farci carico del nostro bagaglio per quanto schifoso possa essere, e cercare di fare del nostro meglio per andare avanti in ogni caso, per amare comunque, per avere speranza comunque… per avere fede che esista un senso nel nostro percorso di vita. {..} E cercare di credere che magari esista una luce più grande per coloro che hanno subito i torti più grandi”.

Questo libro mi è piaciuto da impazzire. Lo stile è scorrevole e la scrittrice utilizza il POV di entrambi i protagonisti. Vorrei tanto che questo libro fosse in cartaceo *-*

Assegno un 10/10
Sono curiosa di sapere le vostre opinioni a riguardo 🙂
Alla prossima recensione!

LINK D’ACQUISTO QUI

Un bacione!

Giulia

You may also like

3 comments

  1. Il titolo e la copertina lasciano un po’ a desiderare, ma la trama… mi ispira un sacco!
    A quando la pubblicazione cartacea? 🙂

  2. Letto volentieri questo libro,concordo con te,la cover non c’entra nulla con la storia,e nemmeno il titolo,azzeccato invece il titolo originale. È uno di quei libri che lascia il segno,anche perchè il protagonista non è il solito riccone impeccabile. Una bella storia d’amore tant’è che diventerà film!!!! ^_^

  3. Io l’avevo snobbato alla grande perché ne la copertina ne il titolo mi ispiravano….però sinceramente credo che adesso gli darò una possibilità

Rispondi