J.K. Rowling, Eddie Redmayne e i loro “animali fantastici”.

Un film di :
David Yates e J.K. Rowling

Reviewed by:
Rating:
4
On Dicembre 2, 2016
Last modified:Dicembre 2, 2016

Summary:

Primo spin-off della serie cinematografica di Harry Potter ed è incentrato sul magizoologo Newt Scamander, tratto dall'omonimo romanzo di J.K. Rowling.

Buon venerdì, dopo lo scorso appuntamento tutto dedicato al ritorno delle Gilmore Girls quest’oggi vi parlerò dell’ultimo film visto al cinema dalla sottoscritta.

Un film che molte lettrici e Potterhead stavano attendendo, da quando il famoso maghetto Harry Potter ci ha salutati con l’ultimo film “I doni della morte”… sottolineo immediatamente che non faccio parte del fandom di Harry, ma i film non me li lascio mai scappare perchè sono davvero delle grandi pellicole di intrattenimento, con effetti speciali senza eguali.

Tanto di cappello anche alla “mamma” del maghetto, Miss Joanne Rowling (JK per gli amici, eheh) che è riuscita a creare questo universo di maghi, mezzisangue, case di Hogwarts, elfi domestici e Patronus, che oggi – a distanza di anni – restano ancora nel cuore di moltissimi lettori e lettrici.

(Sicuramente saprete che è stato appena pubblicato un’altro romanzo legato all’universo di Harry Potter – La maledizione dell’erede.)

Dato che mi sto dilungando troppo, arriviamo alla ciccia! Oggi vi voglio parlare – cari Grifondoro, Tassorosso, Serpeverde o Corvonero che siate – del film “Animali fantastici e dove trovarli” con un bravissimo Eddie Redmayne come protagonista!

Titolo originale: Fantastic Beasts and Where to Find Them

Titolo italiano: Animali fantastici e dove trovarli

Regia di: David Yates

Distribuzione: Warner Bros

Uscita italiana: 17 novembre 2016

Cast: Eddie Redmayne, Colin Farrell, Ezra Miller, Katherine Waterston, Dan Fogler.

Trama: Siamo nel 1926: il magico mondo Newyorkese è minacciato da pericoli sempre crescenti. Qualcosa di misterioso sta seminando la distruzione per le strade, rischiando di far uscire allo scoperto la comunità magica dinanzi ai No-Mag (termine americano per Babbani), tra cui i Secondi Salemiani, una fazione di fondamentalisti intenti al loro sradicamento. Ignaro delle crescenti tensioni, Newt Scamander arriva in città quasi alla fine di un viaggio intorno al globo alla ricerca e al salvataggio di creature magiche, alcune delle quali vengono nascoste nella sua valigia in pelle apparentemente anonima, ma dalle dimensioni magiche. Il potenziale disastro incombe quando l’ignaro No-Mag Jacob Kowalski lascia inavvertitamente uscire dalla valigia alcune delle bestie di Newt, in una città già in subbuglio.

Ispirato all’omonimo libro di J. K. Rowling e scritto dalla stessa autrice, è il primo spin-off della serie cinematografica di Harry Potter ed è incentrato sul magizoologo Newt Scamander (interpretato da Eddie Redmayne – Premio Oscar per “La teoria del tutto”, ndr.)

La mia recensione sarà da eretica, eheh, perchè non ho mai letto un romanzo della Rowling – non è il mio genere – ma ho visto i film e qualcosa del mondo di Harry Potter conosco… ma prendete la mia opinione per quello che è: un’opinione da spettatrice, da amante del cinema, da persona curiosa.

Newt Scamander arriva a New York dall’Inghilterra in nave. Porta con sé una sola valigia, ma non è una valigia come le altre… naturalmente è una valigia magica. Al suo interno vi è un mondo – nel vero senso della parola – in cui coabitano degli animali fantastici, animali che lo stesso Newt studia, accudisce e ama.

Per una serie di incasinati eventi la valigia finisce nelle mani del sig. Jacob Kowalski, un uomo che sogna di aprire una propria pasticceria ma che si ritrova ad avere a che fare con la magia, nonostante lui sia un comune no-mag (ovvero un Babbano “americano”).

Così Newt e Jacob si ritrovano a collaborare – dopo aver fatto la conoscenza di due sorelle magiche, Tina e Queenie Goldstein – per recuperare gli animali fantastici scappati dalla valigia, e a contrastare una misteriosa minaccia magica che mina la segretezza dei Maghi e del mondo magico negli USA.

Intanto, Mary Lou Barebone, la leader del movimento estremista dei Secondi Salemiani, mira a scovare ed uccidere tutti i maghi e le streghe. Lei stessa gestisce un orfanotrofio in cui insegna agli orfani ad odiare questi ultimi; uno di loro –  Credence Barebon – verrà “usato” dall’ Auror Percival Graves per aiutarlo a trovare un bambino posseduto da un Obscurus che, secondo lui, è la causa degli incidenti magici accaduti a New York.

La minaccia magica si rivelerà qualcosa che non si sarebbero mai aspettati, e ad intralciare il loro piano “di salvataggio” ci saranno Graves e la presidentessa Seraphina Picquery, i quali credono che Newt stia cercando di mettere in pericolo la loro comunità magica (compreso il MACUSA – il Magico Congresso degli Stati Uniti d’America), con l’aiuto di Jacob e Tina.

Naturalmente la magia verrà salvata e Newt riuscirà a preservare la città e tutti i Maghi e le Streghe dalla minaccia magica, grazie all’aiuto di un “suo” Animale Fantastico.

Ho trovato la trama ben strutturata, ma sinceramente non molto “accattivante”. Direi che la cosa più figa – passatemi il termine – sono state le creature fantastiche che il ns. protagonista tiene al sicuro nella sua valigia. Per il resto ho trovato, quella raccontata, una storia di magia “normale” e non originalissima, come invece lo è stata per tutta la saga di Harry Potter.

Naturalmente l’interpretazione di Eddie è stata magnifica: lui è uno dei giovani attori in circolazione con un’enorme espressività e una grande capacità di entrare nel proprio personaggio. Mi aveva stupita ne “La teoria del tutto”, mi aveva affascinata in “The Danish Girl” ed ora non si è proprio risparmiato. AdoroLo! (Vorrei anche recuperare la visione della miniserie “I pilastri della terra”, tratta dai romanzi di Ken Follet, in cui Eddie – ho letto per il web – è strepitoso!(

Il restante cast è stato all’altezza del grande blockbuster che potrebbe diventare questo film, sopratutto il meraviglioso Colin Farrell!

Concludendo, il film “Animali fantastici e…” lo valuto con 4 stelline.

I motivi? Gli effetti speciali ed Eddie Redmayne. Se ci fossero stati più colpi di scena, sicuramente gli avrei dato le belle 5 stelline.

E voi cosa ne pensate? Siete fan di Harry Potter e quindi non vi perderete la visione di questo film?

Attendo i vostri pareri 😉

Magicamente vostra,

Gina.

Primo spin-off della serie cinematografica di Harry Potter ed è incentrato sul magizoologo Newt Scamander, tratto dall'omonimo romanzo di J.K. Rowling.

You may also like

Rispondi