Recensione “Il ladro di ricordi” di Tiffany Reisz

Ciao ragazze,

Come ve la state cavando con il caldo? Ve lo chiedo perché il libro di cui sto per parlarvi ha ben più di una scena ‘calda’, quindi in caso premunitevi di bibite fredde e ghiaccio per sopravvivere alla lettura!

Titolo: Il ladro di ricordi

Autore: Tiffany Reisz

Prezzo: 14,90€

Editore: HarperCollins Italia

Voto: 8/10

Trama: Come è possibile che una sola bottiglia di buon whisky possa racchiudere in sé tante questioni irrisolte e vicende passate che hanno ancora un enorme impatto sul presente? Paris, ultima discendente della potente famiglia Maddox, se lo è chiesto parecchie volte e ora che finalmente è riuscita a mettere le mani su quell’unica bottiglia con il nastro rosso al collo potrà forse darsi una risposta e proseguire con la sua vita. Ma Cooper McQueen, l’uomo a cui appartiene di diritto la bottiglia e che ha pagato ben un milione di dollari per ottenerla, non è disposto a rinunciarvi senza ottenere qualcosa in cambio. Paris avrà ciò che vuole a patto che gli riveli le oscure gelosie e i reconditi segreti dei più importanti produttori di whisky, che hanno fatto delle vendette, degli incesti, dei tradimenti un proprio singolare stile di vita. Lui insomma vuole conoscere tutta la storia dei Maddox, produttori di quella preziosa bottiglia di whisky. E se questo vuol dire portare alla luce scomode verità, forse è giunto il momento.

Cosa succede se Cooper McQueen nel suo bar incontra una bellissima donna dal vestito rosso, sensuale e travolgente e abile intenditrice di bourbon, la specialità di Cooper? E cosa succede se l’incontro finisce a casa del nostro ricco uomo, in un soddisfacente incontro di letto? E soprattutto…cosa succede quando lui scopre Paris intenta a rubargli la preziosissima bottiglia di bourbon Red Thread, del valore di un milione di dollari?

Quello che succede è un libro autoconclusivo che si snoda indietro nel tempo, che racconta le vicende della Red Thread, distilleria andata in fumo anni prima, e di Tamara Maddox, erede della famiglia che possedeva la compagnia. Paris, la bella donna di rosso fasciata, è venuta a recuperare la bottiglia dal valore inestimabile e per giustificare il suo gesto racconta a Cooper la storia che si cela dietro il famoso incendio che distrusse la Red Thread.

La storia è un enorme flashback di Paris che ci racconta della giovane sedicenne Tamara, uno spirito ribelle che si ritrova a dover fare i conti con la famiglia in cui è nata, ricca ma con un passato fatto di ingiustizie inflitte ai più deboli e segreti inconfessabili. Il suo unico errore è quello di innamorarsi di Levi Shelby, lo stalliere sexy e notevolmente più grande di lei (nonché figlio di una donna nera e padre bianco, cosa alquanto scandalosa all’epoca) e di essere colta in flagrante mentre lo bacia il giorno del suo compleanno. Da quel momento la sua vita subirà una svolta alquanto imprevedibile, che la porterà a fare i conti con sè stessa, con quello che vuol dire essere una Maddox e segnerà per sempre il suo futuro. Tempo dopo, Shelby e Tamara si rincontrano e, dopo varie peripezie, si sposano. Non è un matrimonio basato sull’amore, Tamara ha un piano e Paris, attraverso sapienti pause nella narrazione, racconterà a Cooper come questa ragazzina sia diventata capo dell’impero della Red Thread e come si è giunti a quel fatidico incendio.

Non aggiungo altro; il libro vale la pena di essere letto. Tamara e Levi sono personaggi molti forti, che rimangono impressi. Descritti sapientemente, vi rimarranno nel cuore, con i loro lati più oscuri e con la loro determinazione. L’autrice è in grado di farci sentire le atmosfere ancora razziste dell’epoca, ci fa assaporare il bourbon, respriare l’acre odore di fumo e ci riempe i sensi con questa storia di sangue, alcol, vendetta e amore. Le scene di sesso sono descritte con dovizia di particolari ma sempre in modo elegante, mai volgare, perfettamente integrate nel momento narrativo in cui si trovano. Non sono messe là tanto per inserire una scena piccante, hanno sempre un loro perché e le ho apprezzate.

Non posso che consigliarvi questa lettura (insieme a un ventaglio) per una torrida estate, in tutti i sensi!

 

You may also like

Rispondi