Recensione "Quello che ti rende speciale" di Marci Lyn Curtis

Buonasera readers, sono Giulia!
Sto scrivendo questa recensione con gli occhi che luccicano. Il romanzo di cui sto per parlarvi ha decisamente colpito nel segno e mi ha fatto innamorare dei suoi personaggi, facendomi persino piangere di gioia.
RECENSIONE “Quello che ti rende speciale” di Marci Lyn Curtis *-*
Titolo originale: The One Thing
Editore: Fabbri
Prezzo: 16.00
Voto: 1010

Trama: ” Maggie Sanders ha diciassette anni, un’ironia tagliente e un pessimo carattere. Ma in effetti ha delle buone ragioni per essere arrabbiata con il mondo: una malattia l’ha da poco resa cieca e l’ha costretta ad abbandonare la sua più grande passione, lo sport. Da quel momento tutto è cambiato. Ha cominciato a frequentare una scuola in cui si sente fuori luogo, il rapporto con i genitori si è raffreddato, le amiche sono sparite. E, come se non bastasse, le è stato affibbiato un assistente sociale che tiene sotto controllo i suoi voti e la sua condotta. È proprio nel suo ufficio, però, che conosce Ben, dieci anni e un’intelligenza fuori dal comune. Un incontro sconvolgente che cambierà la sua vita. Perché Maggie riesce a vedere lui e tutto ciò che lo circonda. Ma anche perché, grazie a Ben, capirà finalmente che oltre allo sport ci sono molte cose che la rendono speciale. Come la musica dei Loose Cannons, band emergente che la conforta nei momenti più difficili, e il loro magnetico cantante Mason Milton, il ragazzo dei suoi sogni… Aiutata da Ben, Maggie si impegnerà con tutte le forze per scoprire dove si terrà il prossimo concerto del gruppo e, soprattutto, per capire come mai quando è con lui è in grado di vedere. Le risposte alle sue domande, però, si riveleranno molto diverse da quelle che si aspettava. E per non perdere ciò per cui ha faticosamente lottato, Maggie dovrà trovare il coraggio di affrontare la realtà. Che non è mai quella che sembra.”
Citazione: “Avevo capito che quello che accade non ci fa cambiare, ma ci fa emergere per ciò che siamo davvero.”
Recensione *-*
Ho amato questo libro. No, l’ho più che amato, l’ho vissuto. Ho percepito, sentito, tutte le emozioni della protagonista. Tutte, nessuna esclusa. Mi sono sentita parte della storia e…mio Dio, non trovo nemmeno le parole per descrivere la bellezza di questo romanzo.
Partiamo dalla trama. Si racconta la vicenda di Thera(perché non la chiamo Meggie? C’è un motivo…) che ha perso la vista da 6 mesi. Da quando l’ha persa, ha perso anche i contatti con le sue amiche, con sua madre, con la musica e, soprattutto, con lo sport che ama di più al mondo: il calcio.
Trascorre i suoi giorni in solitudine, trascinandosi, pensando che non ci sia limite al peggio. Finché incontra Benjamin, un bambino di 10 anni. Lo riesce a vedere! Riesce a vedere lui e tutto ciò che lo circonda! All’inizio pensa di essere impazzita oppure che, forse, la sua cecità sia guarita. Inizia così a frequentarlo, a entrare a far parte della sua famiglia e ad accorgersi di quanto sia bello passare del tempo in sua compagnia, di quanto sia profondo il legame che li unisce. D’un tratto la vista passa in secondo piano e Thera diventa come una sorella maggiore per Ben. Però perché lo riesce a vedere? Questo dubbio la tormenterà giorno per giorno, insieme al rimorso della sua vita passata. Ben le sta facendo capire quanto sia importante la vita e quanto lei l’abbia fin’ora, purtroppo, sprecata. Thera troverà risposte alle sue domande ma saranno diverse da quelle che si era immaginata….
MaggieThera è un personaggio fantastico ma lo è, soprattutto, la sua evoluzione. All’inizio è una persona svogliata, arrabbiata con il mondo e triste. Poi, dopo essere entrata a far parte della vita di Ben, ricostruisce piano piano la sua vita e si accorge di quanto le sia mancata. Il titolo del romanzo è perfetto e, se lo leggerete, capirete perchè. Classificherei questo libro tra gli YA contemporanei ma, di certo, non tra i romantici: la storia d’amore è molto marginale anche se intensa.
Lo stile è scorrevole e ‘potente’: attraverso le parole dell’autrice veniamo trasportate nella vita di Maggie e comprendiamo tutti i suoi pensieri e timori.
In conclusione assegno un 10 e lode, e consiglio questo romanzo a tutti. Leggetelo, leggetelo, leggetelo. E rileggetelo, perché ne varrà di nuovo la pena.
PS: il finale non è strappalacrime, ma a lieto fine. Fa piangere di gioia, più che altro. Preparate i fazzoletti, se siete sensibili come la sottoscritta.
Un bacione readers! E alla prossima recensione  🙂

Giulia

You may also like

6 comments

  1. Sono sincera,se avessi letto la trama in libreria non mi avrebbe colpita particolarmente,anzi probabilmente mi sarei buttata su altro..peccato però che ormai mi dirigo in libreria/faccio acquisti on line solo sotto consiglio di del blog di ilaria,e da come ne hai parlato mi hai messo curiosità nel leggerlo..mettiamolo nella mia lista di 254395 libri da leggere!!!

    1. Hahaha sono felicissima di averti convinta! 🙂 sono sicura che ti piacerà! 😀 oddio, anche io ho una wishlist chilometrica xD

  2. Bellissima storia! L’unico problema è che ci vorrebbero sette vite come i gatti per leggere tutti questi libri,ma so che questo merita. Grazie e un bacione :*

Rispondi