“Come dire ti amo ad alta voce” di Karole Cozzo – Recensione

Book by:
Karole Cozzo
Price:
17,90 €

Reviewed by:
Rating:
4
On Settembre 19, 2016
Last modified:Settembre 19, 2016

Summary:

Come molti suoi coetanei, Jordyn teme i giudizi meschini e per evitare di soffrire tiene tutti a debita distanza, sia in amore sia in amicizia. Ma si può vivere bene chiudendosi in se stessi senza mai confidarsi con nessuno?

Buongiorno lettrici e buon inizio settimana! Oggi vi parlo di un libro pieno di sentimento, soprattutto di amore fraterno: si intitola “Come dire ti amo ad alta voce” e l’autrice è Karole Cozzo.

Titolo: Come dire ti amo ad alta voce

Autore: Karole Cozzo

Casa editrice: Sperling & Kupfer

Prezzo ebook: 9,99 €

Prezzo cartaceo: 17,90 €

Trama: Jordyn preferisce stare al di sotto dei radar. Odia la sensazione di avere lo sguardo degli altri addosso. L’ha sempre odiata. Ne ha avuto troppi nel corso degli anni, anche se non erano su di lei, per essere precisi. Perché Jordyn Michaelson ha sedici anni, grandi occhi color nocciola e un segreto, di nome Philip, suo fratello. Da quando si è trasferita in Pennsylvania, Jordyn ha tenuto tutti a distanza costruendo, giorno dopo un giorno, un inespugnabile castello di bugie, per far sì che nessuno potesse scoprire la verità sulla sua famiglia (né i suoi nuovi amici né tantomeno Alex, il ragazzo che ha baciato la scorsa estate e che non ha mai smesso di sognare). Ma è più facile a dirsi che a farsi, e le cose per Jordyn si complicheranno inevitabilmente non appena il fratello inizia a frequentare la sua stessa scuola. Il suo castello di bugie sta per crollare: Jordyn saprà trovare il coraggio di dire la verità prima di perdere tutto per sempre?

Non significo niente per lui, non ho nessun impatto sul suo mondo. Potrei tranquillamente essere un’estranea qualunque, che esiste solo per dargli fastidio. Potrei essere un oggetto.

Recensione: ho molto apprezzato il romanzo d’esordio di Karole Cozzo in quanto scorre molto bene e tratta con i toni giusti una tematica delicata come l’autismo. Il segreto di Jordyn, la protagonista, è infatti suo fratello Philip, che è autistico. Lei ha da poco cambiato città e non fa parola con nessuno della sua famiglia, non racconta mai niente di quel che fa quando esce da scuola e dopo gli allenamenti di hockey. Men che mai invita la ragazza con cui ha legato, Erin, a casa sua. Il motivo di questa riservatezza risale lontano, al tempo delle elementari, quando lei e Philip frequentavano la stessa scuola e le follie del fratello ricadevano su di lei: veniva derisa ed additata per quel che faceva il fratello e questo la faceva soffrire.

Ora, quando l’istituto che frequenta suo fratello chiude e il ragazzo viene trasferito alla scuola di Jordyn, lei è terrorizzata, ha paura di dover subire quanto è già successo in passato. Nonostante il suo silenzio, le voci corrono di bocca in bocca e ben presto la verità viene a galla e le due persone che a Jordyn stanno più a cuore, Erin ed Alex, si sentono tradite e stentano a capire il motivo per cui per tanto tempo lei abbia omesso una parte sostanziale della sua vita.

Questa è la molla che la fa scattare per cambiare, per accettare la disabilità del fratello senza più vergogna. E’ decisamente interessante il discorso che Jordyn fa ad una conferenza: lì parla dell’importanza della comunicazione, di come suo fratello faccia fatica a comunicare veramente, infatti ripete esclusivamente le frasi dei film e dei cartoni, e di come lei per tanto tempo abbia sprecato il dono della parola.

Il tema scelto da Karole Cozzo non è dei più semplici, ma attraverso gli occhi di Jordyn ha saputo trasmettere una sensazione sicuramente molto vicina a quella che un parente di un disabile può provare nella vita reale. Nel libro “Come dire ti amo ad alta voce” ci sono molti dialoghi tra madre e figlia e proprio attraverso questi scambi di opinioni si capisce l’amore incondizionato che un genitore nutre verso i propri figli, ma anche la frustrazione che talvolta può avere la meglio quando vengono date tutte le attenzioni solo ad uno dei due figli.

Provo lo stesso per tuo fratello, capisci? I suoi successi sono su scala ridotta, e sono diverse le cose che trovo belle – il modo in cui lui esamina una foglia che cade in autunno, quei brevi momenti in cui torna con i piedi per terra e mi chiede come funziona qualcosa, la sua risata sciocca, i suoi sorrisi… ma io provo esattamente lo stesso.

Concludo dicendo che nel romanzo c’è anche una parte fondamentale legata all’amore. Sì perché una parte dei segreti di Jordyn è occupata da quel che prova per Alex, un ragazzo sensibile e premuroso come pochi che lei ha allontanato… Non vi voglio dire altro, quindi leggetelo che ne vale la pena!

Comprate il libro QUI

Alla prossima settimana!

ILaria

Come molti suoi coetanei, Jordyn teme i giudizi meschini e per evitare di soffrire tiene tutti a debita distanza, sia in amore sia in amicizia. Ma si può vivere bene chiudendosi in se stessi senza mai confidarsi con nessuno?

You may also like

Rispondi