Chiacchiere per “Tentare di non amarti” con Amabile Giusti

Oggi vi racconto una storia.

C’era una volta un libro che tormentava Ilaria. Lo vedeva ovunque…Facebook, Instagram e Amazon. La copertina le dava un senso di dolcezza, ma allo stesso tempo esprimeva sofferenza.

Ilaria decise di non comprare quel libro. Lo avrebbe letto poi, più avanti.

Finchè, un giorno, le apparve il link di un giveaway proprio di quel libro. Ilaria lesse brevemente le regole e scoprì che era necessario esprimere a parole proprie cosa era successo quando si era “tentato di non amare”. Così, senza pensarci due volte, Ilaria pensò che se fosse stato destino leggere quel libro, avrebbe vinto quel contest. Si mise alla tastiera e scrisse, senza pensarci due volte.

Ho tentato di non amare, ho amato.

Ho tentato di dire la verità, non sono stata capita.

Ho tentato di non piangere, non ci sono riuscita.

Ho tentato di chiedere scusa, sono stata derisa.

Ho tentato di fare ammenda, ho dovuto porgere anche l’altra  guancia.

Ho tentato di non amare, ho amato.

 

Ilaria vinse il libro. Ilaria divorò il libro. Ilaria recensì il libro.

(Trovate QUI la mia recensione al minuto 5.30)

 

Bene, ora che siamo tornati alla prima persona, thank God penserete voi, vi racconto il finale. Siccome ho amato questa storia e ho il piacere di intervistare qui sul blog l’autrice con voi, siete state prescelte per partecipare allo spinoff di questa storia. NO MA DICO AVETE CAPITO CHE FIGATA???810K3v8zgpL

Amabile ed io vorremmo sapere anche da voi cosa è successo quando avete tentato di non amare. Fatecelo sapere con un commento. Il migliore sarà scelto e vincerà una copia autografata di Tentare di non amarti, messa in palio direttamente dell’autrice. Le regole esatte per partecipare le troverete a fine intervista perchè…. non sto più nella pelle!!! Voglio farvi conoscere questa scrittrice, siete pronte?

1) Cara Amabile, benvenuta! Possiamo chiederti il tuo vero nome e da cosa nasce questo pseudonimo?

Ciao Ilaria e grazie per l’accoglienza e l’ospitalità. Grazie anche per questa domanda, che mi permette di spiegare una cosa: per quanto strano, Amabile è il mio nome vero, anagrafico, così come appare sulla carta d’identità. Era il nome di mia nonna paterna e poi è diventato il mio.

[Beneeee Ilaria, iniziamo bene! CHE FIGUREEEE DM]

2) Hai sempre voluto fare la scrittrice? Raccontaci un po’ di te e di cosa ti ha portato a intraprendere questa strada. Mi piacerebbe sapere se questo per te è un hobby, oppure la tua professione.

Ho sempre amato leggere e desiderato inventare mondi miei, miei personaggi, mie storie. Per tanti anni questo desiderio si è fermato allo stadio di germoglio, di tentazione, vinto dal mio carattere schivo e dalla certezza che a nessuno potesse piacere ciò che mi frullava in testa. Per altrettanti anni ho scritto soltanto per me, e intendo in senso assoluto, senza farmi leggere neppure dai parenti più stretti e dagli amici. Pudore, estrema riservatezza, e forse anche un po’ senso di autodifesa. Poi ho osato. Il mio primo romanzo è stato pubblicato che avevo 39 anni, dunque non ero proprio una ragazzina. Per me scrivere è una professione, nel senso che scrivo con passione ma anche con disciplina, ogni giorno, come si fa un lavoro. Vorrei che diventasse la mia professione anche nel senso di poter essere la mia fonte di guadagno, ciò di cui vivo esclusivamente, ma da questo punto di vista la vedo dura. Molti lettori sono ancora scettici nei confronti delle autrici italiane. Inoltre, la pirateria, se ad esempio sfiora appena una scrittrice americana affermata, facendole un vago solletico, uccide noi italiane che già fatichiamo per emergere, costringendoci a non scrivere più. Perché di gloria (poca, per giunta) non si vive e non si mangia.

3) Hai qualche rito scaramantico, portafortuna o circostanza particolare che non può mancare quando pubblichi un libro?

Diciamo che ci sono gesti scaramantici al contrario. Ci sono delle persone che trasudano negatività e invidia dalle quali mi tengo lontana. Non ho altri riti, se non quello di sperare che vada tutto bene.

4) Dove ti è venuta l’idea più geniale di sempre?

Di solito le idee migliori mi vengono di notte, prima di addormentarmi. Nel dormiveglia è come se la fantasia fosse senza freni inibitori e si scatenasse in modo più efficace. Certo, c’è sempre il rischio di dimenticarne dei pezzi, ma la sostanza rimane, e l’indomani la sfrondo delle follie tipiche dei mezzi sogni e rimango con l’idea.

4) Raccontaci un po’ dei tuoi libri. Fino ad oggi quante sono le tue storie pubblicate e che genere sono?

Sono davvero tanti. Ho cominciato con l’editore Baldini & Castoldi, nel 2009, con Non c’è niente che fa male così, una storia d’amore e vendetta. Ho continuato con Cuore nero, nel 2011, un urban fantasy, sempre edito da Baldini & Castoldi. Lo stesso editore ha pubblicato nel 2013 un fantasy young adult, Odyssea Oltre il varco incantato, il primo volume di una saga che purtroppo è stata interrotta. Così ho deciso di pubblicarla da me, e infatti Odyssea adesso è un self, giunto fino al 4° volume. Sempre in self ho pubblicato Solo non si vedono i due liocorni, un romanzo di narrativa ambientato in Calabria, la storia dell’amicizia tra due ragazzini durante l’estate del 1986, e un romance storico molto frivolo, scritto per puro divertimento, L’orgoglio dei Richmond. Nel frattempo, per Mondadori, sono usciti Trent’anni e li dimostro e La donna perfetta, due storie d’amore fresche e divertenti. Trent’anni e li dimostro ha anche una versione inglese e una tedesca edite da Amazon Crossing, e una spagnola della casa editrice Essencia. Infine, per Amazon Publishing, è uscito Tentare di non amarti a dicembre del 2015.

5)A quale libro (dei tuoi) sei più affezionata, e perché?

Senza dubbio tutta la saga di Odyssea. Si tratta del primo romanzo in assoluto che ho scritto e portato (quasi) a termine, circa dodici anni fa. Il primo amore non si scorda mai.

6)Personalmente ti ho conosciuta con la tua ultima storia, “Tentare di non amarti” che mi è piaciuta un sacchissimo, soprattutto per il POV maschile davvero credibile. Dimmi un po’ da dove hai tirato fuori due personaggi così stravaganti, ti prego!

Non so da dove vengono i miei personaggi. A un tratto li vedo. Le mie storie non partono mai da una trama, mai, sono sempre i personaggi a venirmi a trovare per primi. Nel caso di Tentare di non amarti, ho visto una strada di notte, e questi due ragazzi che la percorrevano: lei piccola, sognatrice e bizzarra, lui alto forte, rude. Mi sono domandata cosa ci facessero lì, e perché lui, nonostante si mostrasse tanto distaccato, la seguisse con la coda dell’occhio per proteggerla da ogni pericolo. Scrivere le parti del romanzo dal POV di Marcus, è stato molto divertente! Ho provato a immedesimarmi in un uomo, e in particolare in un uomo con quel passato e quei modi: spero ne sia venuto fuori un linguaggio realistico, magari rozzo, ma non infiocchettato.

 7) Cosa mi direbbe Marcus se dovesse consolarmi in un momento di sconforto?

Nulla di patetico e sdolcinato. Ti direbbe di darti una mossa e smetterla di compiangerti. Ti indurrebbe ad alzarti e a combattere. Però se, alzandoti, tu stessi per vacillare, sarebbe lì a sostenerti col suo corpo.

[datemi Marcus subito :D]

8) Puoi dirci qualcosa riguardo le tue prossime uscite?

Ho in ballo tante nuove storie. Sto scrivendo il seguito di Tentare di non amarti, e altre cose di cui non posso ancora dire nulla. Se le giornate fossero di 72 ore, forse riuscirei a scrivere tutto quello che il mio cuore desidera e la mia testa mi ordina!

Bene ragazze, non mi resta che ringraziare di cuore Amabile per il suo tempo e la sua disponibilità.

Ila

<3

 

 

You may also like

40 comments

  1. Cosa è successo…è successo che non ce l’ho fatta! Ho provato a non amare quello che oggi è il mio marito, anche perché la situazione era un pochino complicata, ma alla fine ho dovuto cedere ai miei sentimenti e quelle folli emozioni che mi hanno portato a fare cose che non avevo mai fatto e che ancora oggi mi fanno battere il cuore.
    Brava Amabile Giusti che hai scritto un libro meraviglioso e grazia a Ilaria per questa opportunità!

  2. Ho tentato di non amare ma ho amato perché ciò che mi spingeva ad amare era più forte di tutto quello che mi suggeriva di non farlo. Ho tentato di non amare ma ho amato perché non amare sarebbe stato peggio di non tentare.

  3. Avevo 15 anni c’era questo ragazzo di Paese che mi piaceva : però anche una mia amica era interessata. Da qui il dilemma amica o ragazzo?
    Forse inconsciamente sapevo che lui non era il mio destino fatto sta che per amicizia mi sono fatta indietro e l’ho lasciato all’amica. Scelta di cui non mi sono mai pentita!

  4. Cosa ho fatto?
    Beh,forse sono un pò troppo giovane per capire,o forse sono abbastanza matura per capire cosa significhi amare qualcuno.
    Tentavo di impedire che succedesse,ma il mio cuore mi spingeva nella direzione opposta.
    Tentavo di rimanere da parte,ma ogni volta che lo guardavo e mi dicevo di non amarlo, lo amavo ancora di più.
    Tentavo di non tradire la fiducia di colei che mi aveva confessato il suo amore per lui, ma non ce l’ho fatta.
    Tentavo di non innamorarmi di quegli occhi verdi che mi avevano fatto perdere la testa, ma ogni volta che i nostri sguardi si incontravano immergermi in quegli occhi era come il paradiso.
    Insomma, tentavo di non amarlo, ma ogni volta che la mia testa mi spingeva nella direzione opposta il mio cuore mi riportava indietro,desideroso di immergersi ancora nel suo sguardo e assaporare le sensazioni meravigliose che si affacciavano al mio cuore ogni volta che lo vedevo arrivare,ogni volta che mi stava vicino,ogni volta che mi sfiorava anche solo per sbaglio.
    Ho tentato di non amarlo per mesi,ma alla fine ho dovuto cedere,perchè l’amore è più forte di qualsiasi altra cosa e non amarlo sarebbe stato un sbaglio,forse il più grande che potessi fare.

  5. Giuro che ci ho provato in tutti i modi… Più di una volta a non amare, il mio attuale compagno. Inizialmente quando ci siamo conosciuti perchè aveva iniziato ad uscire con una ragazza che conoscevo e… beh… non si rubano gli uomini alle amiche… neanche gli ex… Poi però ho saputo che lei è uscita con lui soltanto per portarlo via a me dato che aveva notato il mio interessamento… Bell’amica… ehm… E successivamente dopo un lungo periodo di riflessione in cui lui si era allontanato da me per problemi di lavoro e forse un pò di depressione, dopo essere stata male ho preso una decisione ferrea: potevo lasciarlo io stessa e non amarlo più. Beh… non ci sono riuscita non appena mi ha chiesto scusa per avermi fatto stare male mi sono sciolta come neve al sole… Impossibile… e ora lo amo più di prima.

  6. Tentare di non amarti…una frase che riassume la mia vita insomma…
    Diciamo che amare è una parola molto intensa, però ho pensato di averla provata, ma era sempre nei confronti di persone o cose sbagliate, che mi hanno sempre fatto soffrire e da allora non amo più.

    Ogni giorno da circa otto anni tento di non amare nulla, ma a causa di questo ho perso l’amore anche nella vita, nella mia vita.
    Quindi mi rifugio nei libri, rifugiarsi è la parola sbagliata, perché leggendo vivo altre vite, un milione di vite, una diversa dall’altra, ogni giorno e forse alla fine riuscirò a trovare la forza di amare di nuovo.
    Amare è una cosa da coraggiosi e tentare di non amare è da temerari, ma dei temerari fragili.

    Spero vivamente di riuscire a leggere questo libro, perché sto ancora cercando il libro della svolta 🙂

  7. Adoro i versi scritti da Ilaria ma non troverei modo migliore per esprimermi:
    Ho tentato di non amare una volta.
    Ho fallito.
    Ho tentato di annegare l’amore.
    Ho soffocato.
    Ho tentato di mutarlo in rabbia e dolore.
    Ho perso.
    Ho tentato di non amare una volta.
    Ho amato.

    Grazie a Ilaria e Amabile per questa opportunità 🙂

  8. Che devo dire..non ho mai avuto il problema di Tentare di non amare…sono stata fortunata il mio amore l’ho conosciuto a 18 anni e dopo 32 anni ancora stiamo qua..insieme ad affrontare quello che la vita ci riserva…spero che questo non pregiudichi la mia partecipazione al giveaway…

  9. Ho tentato di non amore ma il mio cuore la mia anima sanno che non era e non è possibile …. Perché lui è la mia vita !!!

    Ho Amato questo libro dalla prima all’ultima parola scritta … Mi ha conquistata da subito …

    “L’amore è quel quadrifoglio dorato, quella coperta calda, quella musica lontana, quel miracolo, che torna una sera, al tramonto, quando tutto sembra perduto per sempre, e ti fa sentire eterna per qualcuno che non ti ha mai dimenticata.”

  10. Questo libro mi è entrato dentro l ho letto tutto d’un fiato

    Ho provato a non amare, a non amarlo,e credetemi ci provo ancora, ma più ci provo e più sento che gli appartengo che lui è dentro me che sono sua completamente, mi rendo conto che è più una questione mentale, ma proprio non ce la faccio, basta una sua sola parola, un piccolo gesto e sono persa.

  11. Volevo soltanto dirti che capisco come ci si sente davanti alla paura di vedersi negato un sentimento. Improvvisamente ti sembra che il mondo non funzioni più, oppure che funzioni ma che si sia dimenticato le buone maniere. Non sempre davanti a quella magica energia che senti fremere dentro di te le persone riescono a capire che, il più delle volte, uno sguardo o una parola possono davvero aiutare il mondo a girare ancora per il verso giusto.
    “Non è possibile”, lo pensi sempre, lo urli continuamente in silenzio e dai tuoi occhi si può leggere che porti qualcosa dentro, ma qualcosa di ancora indecifrabile agli occhi del mondo. Hai provato a non amare e il tuo corpo si è spezzato e, contorcendosi, cercava un respiro che scappava sempre più in là. Hai provato a non amare e i tuoi occhi non ce l’hanno fatta ugualmente, subito si sono riempiti e svuotati senza darti il giusto preavviso, senza passarti la forza per non cedere. Hai provato a non amare e non ne sei stata capace… come intendi fare adesso? Come intendi capire che senza l’amore non potrai andare tanto lontano? Forse la giusta strada, fra le mille che hai provato a prendere, è quella attraverso cui devi capire che non è appoggiandosi a qualcuno che troverai la felicità o la tua soddisfazione; troverai la luce soltanto dentro di te, sicura e felice vedrai in tutti gli altri il tuo riflesso… e imparerai ad amare nel modo giusto. Hai provato a non amare perché, forse, non lo facevi nel modo giusto.

    Irene

  12. Ho tentato di non amare…ma se si ama davvero non è possibile! Dopo 10 qnni, o quasi, siamo ancora assieme e tra poco meno di un anno andremo nella nostra nuova casetta, insomma, ho tentato di non amare, ma amerò per tutta la vita quella persona!

  13. Io ho cercato di non amare quando ero più giovane. Quando ero adolescente avevo preso una cotta per un ragazzo e anche a lui sembrava che gli piacessi, io comunque ero molto timida e non avrei mai preso l’iniziativa. Lui cominciò a chiamarmi e voleva anche vedermi e io ero molto felice però lui era ancora innamorato della sua ex e io per lui ero solo un appoggio per non pensarla , ma io ero troppo presa e speravo che con il tempo lui potesse innamorarsi di me. È durata per molto tempo così, ho sofferto parecchio. Sono riuscita a dimenticarlo con il passare del tempo, bisogna ammettere che il periodo dell’adolescenza non è facile, ti fa fare parecchie cose stupide. Ora sono felice, innamorata e ricambiata

  14. Forse ho amato troppo, il padre biologico di mie figlie. Ero talmente cieca che negato la realtà. Pensavo di non poter più amare nessuno tranne le mie bambine. Ho un lavoro che mi fa stare a contatto con molte persone grazie a questo ho conosciuto il mio compagno. Poverino l’ho fatto sudare, dopo tre anni di amicizia e corteggiamenti non ho avuto più paura di amare è l’ho fatto entrare definitivamente nella mia vita. Le mie bambine hanno trovato un padre che non avevano, io l’amore della mia vita. È un angelo di nome è di fatto così tutti mi dicono dopo averlo conosciuto. Ci separano tredici anni ma lui è un vero uomo, lo adoro e lui adora me. Questo è il mio Tentare di non amare della mia vita.

  15. Ho tentato di non amare quando mi sono resa conto che il sentimento di amicizia che provavo, si stava modificando in qualcos’altro di diverso. Lo si sente spesso ultimamente dell’amore che sboccia tra due amici e questa storia non fa differenza. Ma ormai era troppo tardi. Ogni istante che passavamo distanti lo consideravo come qualcosa di impossibile. Ma allo stesso tempo amavo il nostro rapporto, il modo in cui si prendeva cura di me, il modo in cui mi sentivo sicura quando ero tra le sue braccia, il modo in cui sapevamo prenderci cura l’uno dell’altro. Amavo tutto ciò di speciale che c’era in noi ed è per questo che non avevo nessuna intenzione di rovinare tutto, per la prima volta che avevo qualcuno accanto.
    Con tutta me stessa ho cercato di non amare, è stato difficile e forse non ci sono nemmeno riuscita, non so bene dove arriveremo un giorno, ma intanto mi godo a pieno tutto ciò di buono che c’è in noi. Nessuno l’ho può sapere, cosa ha in serbo il destino per noi. Forse un giorno inizierò ad amare veramente e smetterò di non amare.

  16. Ho tentato di non amare quello che adesso è mio marito. . . ho tentato di non amarlo perché la distanza era troppa.. ho tentato di non amarlo perché avevo paura, perché sapevo che se l’avessi amato la mia vita sarebbe cambiata inesorabilmente. . A 20 anni scegliere di amarlo significava ricominciare tutto daccapo, ma ho scelto di amarlo perché non potevo farne a meno ed ho fatto un salto nel buio e non mi sono più voltata indietro. Ho letto il libro , anzi l’ho divorato in un giorno e mi è entrato nel cuore. E leggere che amabile sta scrivendo il seguito mi riempie di gioia!! Per seguire il blog ho effettuato l’iscrizione via mail, spero di non aver sbagliato.

  17. Ho tentato con tutte le mie forze di non amare una persona completamente diversa me, io, casinista un po imbranata…lui il perfettino con la puzza sotto al naso….mi irritava all inverosimile ma mi smuoveva qualcosa dentro. Mi spaventava quello che provavo, mi confondeva e allo stesso tempo mi attraeva in un modo assurdo. Qualche volta, mi sono illusa di non amare…ho tentato e ritentato, ma nonostante tutte le diversità, il suo modo strano di darmi attenzioni, tutte le frecciatine provocatorie che mi facevano venire voglia strozzarlo e riempirlo di baci allo stesso tempo, il modo in cui mi guardava….mi perdevo completamente nel suoi occhi e così ho capito che tentare di non amarlo era impossibile….mi faceva sentire viva, completa, ha messo in discussiine tutto e con il tempo conoscendoci abbiamo scoperto di essere più simili di quanto potessimo immaginare tanto da aver deciso di condividere il resto della nostra vita insieme perché a breve diventerò sua moglie! Tentare di non amarlo è stato impossibile…ne ero già innamorata!

  18. Iscrizione al blog fatta,il like alle pagine c’era già,non mi resta che commentare…
    Ho cercato di non amarlo per dare una seconda chance alla sua ex;mi sono fatta da parte perché scioccamente credevo che anche negli affari di cuore bisognava rispettare le precedenze,cos’è successo??? L’ex ha avuto la sua seconda chance,l’ha raggiunto fuori dall’Italia dove viveva all’epoca,io buona buonina me ne sono stata al mio posto,non l’ho chiamato,non ho dato fastidio,non c’era mai stato nulla fra noi,mai un’appuntamento,solo un bacio d’addio prima della sua partenza eppure quando è tornato in Itala ha scelto me.Adesso è mio marito e il padre dei miei figli! Morale della favola “QUANDO UNA PERSONA TI PRENDE DI TESTA … NON C’E’ BELLEZZA FISICA CHE TENGA”

  19. Ciao Ilaria:) io ho letto in formato ebook Tentare di non amarti e l’ho amato alla follia, una storia diversa da tutte per la realtà delle situazioni. Tornando a me cosa ho fatto quando ho tentato di non amare? Mi sono fatta male, ho cercato di non soffrire più a causa di una storia lunga un anno che mi ha segnata, cambiata e fatto venire l’esaurimento per stomaco e cervello cosi ho messo un muro per far si che nessuno mi potesse più ferire ..e l’ho tenuto per anni, poi un giorno mi sono svegliata e ho capito che tentavo i non amare me stessa non permettendo agli altri di avvicinarsi e piano piano mi sono sciolta. Ora sto a 3 anni con un ragazzo che mi fa arrabbiare, sbraitare e che non so se sarà l’uomo della mia vita ma vivo ogni giorno questo amore e chi vivrà vedrà:)

    ti lascio l’indirizzo email con cui sono iscritta: nuvola-blu@live.it
    fb: Alessia de Fusco
    ig: d_alessia_
    yt: alessia d.f

    Baciii

  20. Una sola volta ho tentato di non amare … ma alla fine ho scoperto che ero “fregata” e tutte le volte che ho creduto di amare non era vero . Ho tentato di non amare e alla fine ho amato ed amo ancora da 18 anni .
    ps. Fatto tutti i passaggi . Il profilo face è titta bottone

  21. Ciao Ilaria! I tuoi versi sono davvero belli, complimenti 🙂 Su facebook seguo già entrambe le pagine come Anna Scotto.

    Ho tentato di non dare tutta me stessa,
    ma l’ho fatto e sono stata ignorata.
    Ho tentato di non lasciarmi coinvolgere troppo,
    ma l’ho fatto e sono stata ferita.
    Ho tentato di perdonare,
    ho perdonato e ho annullato me stessa.
    Ho tentare di non amare,
    non ho amato e sono morta dentro.

    P.S. Anche io pensavo che “Amabile” fosse uno pseudonimo XD
    Grazie mille a te e ad Amabile per l’opportunità 🙂

  22. Cosa è successo quando ho tentato di non amare?
    Ho costruito una vita. Ero piccola e, sinceramente, a 15 anni, cosa potevo saperne dell’amore? Quindi sono andata dritta per la mia strada, vagabonda in geografia e negli affetti. Ho avuto storie, viaggiato, fatto errori, gioito e sofferto come solo un’adolescente può fare, sono andata via di casa, sono cresciuta, ho raggiunto traguardi e sono caduta.
    Sono cresciuta.
    Eppure quel ragazzo non è mai sparito, un messaggio, una chiamata, un caffè, dodici anni di piccole cose senza importanza che però hanno tenuto teso un filo. Destino? No. Sì. Forse.
    Poi, single tutti e due, un bagaglio di esperienze poco piacevoli alle spalle, ci vediamo per una merenda. Non c’è più traccia del ragazzo dolce ed esuberante così come è sparita la ragazza coraggiosa che voleva conquistare il mondo. Siamo diversi, molto, e ci frequentiamo sapendo che nessuno dei due cerca qualcosa di serio.
    Peccato che mi innamoro. Ci provo a vedere i suoi lati negativi, tutto ciò che detesto di lui, il modo in cui si comporta, le battute che mi irritano tanto da farmi venire voglia di tirargli il collo. E così, il giorno dei miei ventisette anni, prendo un treno, mi faccio 6 ore, attraverso mezza Italia per andargli a dire “Ti amo, sei uno stronzo, a mai più arrivederci”.
    Ci ho provato davvero, eh.
    Ci ho provato.
    E ci ha provato anche lui.
    Ora è mio marito. Nessun ‘vissero per sempre felici e contenti’, ma ‘vissero felici, consapevoli dei problemi, ma sicuri del proprio amore’.

    mail: aliasgirl [@] libero [dot] it
    Fb: lucia theloyalbook pannacci

  23. Ho tentato di non amare,ma il cuore non ne ha voluto sapere.. per fortuna ho seguito il mio cuore e dopo 10 anni stiamo ancora insieme e abbiamo 2 splendide bimbe! L’amore e una cosa straordinaria,specialmente quando si trova la persona giusta!

  24. Ho pensato tanto a cosa scrivere in questo commento… volevo che fosse impeccabile. Ma poi ho detto:chi se ne frega! Adesso scrivo di getto tutto quello che mi passa per la testa!” Perché in fondo l’amore è anche questo, è pazzia! Non ci sono regole,nessuno ci da delle istruzioni da seguire per non fare errori. L’amore non avvisa, arriva e basta quando meno ce lo aspettiamo. Ma forse quando ne abbiamo più bisogno. Una sola cosa è certa,che quando arriva non si può scappare,non si può fare finta di niente, si deve amare. Non so cosa si provi a tentare di non amare…non ci sono mai riuscita. È troppo bello amare. L’amore è il sentimento più prezioso e più complicato che esista al mondo,ed è incredibile come una sola parola possa racchiudere così tante emozioni. Ho sempre messo tutta me stessa…a volte non sono stata ricambiata. Ho pianto, ho sofferto,sono caduta ma mi sono rialzata più forte di prima. Perché in fondo, la vita senza amore è un inferno! Qualsiasi cosa si provi, bella o brutta, qualsiasi conseguenza possa avere l’amore su di noi, dobbiamo amare. Fa parte di noi stessi. Tentare di non amare non servirà a niente, il cuore ci porterà sempre nella direzione opposta. Ogni volta che si guarda la persona amata,la persona che si desidera più di ogni altra cosa al mondo, la mente ci abbandona, non ragiona più e lascia spazio soltanto alle emozioni, al nostro cuore che purtroppo, a volte, ci fa fare degli enormi sbagli. Ma meglio un rimorso che un rimpianto. L’amore è questo: rischiare, lasciarsi andare, provarci e se andrà male, pazienza. Ma costringerci a non provare il sentimento più bello che esista ovvero l’amore è lo sbaglio più grande che si possa commettere.

  25. Ciao Ilaria, come sempre amo le tue recensioni *__*
    Ero già iscritta al tuo blog, ( Se puoi confermarmelo perchè a volte il mio account mi da dei problemi) Sono già fan delle due pagine su Facebook.
    Ho condiviso su Facebook, Twitter, e Google+.

    “Ho tentanto di non amare diversi anni fà, quando poco più che una ragazzina ho conosciuto un ragazzo di 10 anni più grande di me. Ho tentato di non amarlo dicendomi che non eravamo fatti per stare insieme,, che le nostre vite non avrebbero potuto unirsi, solo anni dopo mi sono accorta che non eravamo sbagliati l’uno per l’altra, era il tempo ad esserlo, eravamo le persone giuste, ma forse nel momento sbagliato delle nostre vite. Ho tentanto con tutte le mie forse di non innamorarmi ma ho capito ben presto che il mio cuore aveva iniziato a battere solo per lui.
    Ho iniziato a guardami allo specchio e a desiderare di avere qualche ruga intorno agli occhi, qualche capello bianco, qualche anno in più, perchè il nostro ostacolo più grande è stato quello dell’età.
    Iniziai a maledire la mia età, perchè era l’unica cosa che lo teneva lontano dall’idea di noi due.
    Ci ho messo del tempo per fargli capire di non aver paura dell’idea di noi due insieme, l’amore non ha età, l’importante è amarsi ed è quello che abbiamo fatto noi.
    Buona fortuna a tutti.

  26. Ciao Ilaria e ciao Ambile!!! Mi sono scritta seguo le pagine e ora lascio il mio “Quando ho tentato di non amare”

    Tentare di non amare, non è decisamente nel mio stile!
    Posso dirti come lui ha tentato di non amare me e cosa è successo…

    Ha tentato di non amarmi per la differenza di età, perché al tempo avevo solo quindi anni e lui diciotto e la cosa sembrava strana ai suoi occhi, perché le esperienze fatte erano diverse e forse anche le aspettative.
    Semplicemente accettava la mia compagnia, divideva il suo spazio con me e il suo tempo ed io, neanche mi accorgevo che mi stavo innamorando e di certo non mi ero mai accorta che lui invece si stava trattenendo.
    E più quel sentimento, che ancora non avevo ben realizzato, cresceva dentro di me, più io lo cercavo, lo sfioravo, ho semplicemente lasciato che il mio amore prendesse il sopravvento.
    L’ho capito all’improvviso e ho fatto la cosa che mi è sembrata più naturale, l’ho raggiunto e l’ho baciato! Ne è rimasto sorpreso e forse un po’ imbarazzato e mentre lui per tutto il tempo ha tentato di non amarmi fino a quel momento si è semplicemente lasciato amare.

  27. Tentare di non amare. Impossibile quando lui ha le tue stesse passioni. Impossibile se hai conosciuto lui grazie alla tua più grande passione. Impossibile se pensi che è stato proprio lui a cercarti per la prima volta. Impossibile se pensi che quando parli con lui il mondo scorre e tu neanche te ne accorgi, semplicemente perché sei con lui, anche se a distanza, anche se separati da km ed uniti ad uno schermo del telefono, che anche se tecnologico non potrà mai darti quel calore che ti trasmette quando sei con lui e riesci ad annullare i km che vi separano. Impossibile, perché tu con lui quei chilometri li hai annullati e li hai visti quegli occhi lucidi che ti guardavano, che guardavano solo te anche se eravate insieme ad altre mille persone. Impossibile perché tu dentro quell’abbraccio rubato fugacemente con una scusa hai respirato per la prima volta dopo 20 anni. Tentare di non amare è dura ma ce la devi fare, perchè lui non la pensa come te o forse come Marcus ha solo una terribile paura di pensarla come te. Ma tu, ma io, come Penny non smetterò mai di amarlo, perché tentare di non amare, è come morire.

  28. Tentare di non amare? Impossibile, soprattutto per me! L’amore va vissuto fino in fondo, anche se c’è il rischio di prendere fregature. A me è successo, ma non mi pento di nulla. In quel periodo mi sentivo viva e in pace con il mondo, e anche se non è andata come speravo io non rimpiango nulla.

    Grazie Ilaria e Amabile per questa splendida opportunità 😉

  29. Tentare di non amare ….
    ci ho provato con la mente e con il corpo, ma il mio cuore non voleva saperne nonostante fossi consapevole che sarebbe stato un amore che sarebbe durato un battito di ciglia e che poi la lontananza ci avrebbe diviso separato annullato, non si sono riuscita l’ho amato con tutta me stessa l’ho amato con il cuore e con la mente l’ho amato perchè era impossibile non amarlo, ho combattuto anzi abbiamo combattuto contro la lontananza contro il tempo contro i genitori che non ci volevano vedere assieme ma alla fine abbiamo perso la nostra battaglia…. perchè?? forse eravamo troppo giovani… forse troppo inesperti… forse non era un amore abbastanza forte …. non lo so e non lo saprò mai… quel che resta l’amarezza per averlo perso il rimpianto di averlo perso ma e soprattutto il ricordo dolce del nostro amore.
    Ancora oggi che sono passati quasi 29 anni ancora nel mio cuore c’è un angolino per lui si solo suo.
    Per il resto…
    se amate non tiratevi indietro vivete l’amore perchè comunque merita di essere vissuto
    grazie per l’opportunità che mi avete concesso di aprire il mio cuore
    baci

  30. Ho cliccato sul Pingback ma mi dice pagina non trovata,quindi non ho capito se c’è già una vincitrice

  31. Ciao fanciulle, scusate per l’attesa, ma con il lavoro ho fatto una fatica bestiale a far tutto! Grazie per averci reso partecipi delle vostre vite. Ci avete regalato tanto. Complimenti a tutte quante, ma ahimè la vincitrice è una sola. Ossia…. rullo di tamburi…. Lucia di “Reading mInd / The Loyal Book” Grazie per lo splendido commento! Contattami pure via mail
    Per le altre, in arrivo altre sorprese <3
    Ila
    <3

Rispondi