Milano vs Paris, una sfida a colpi di moda!

Quando sentite la parola “moda” a cosa pensate? Qual’è la prima immagine che vi viene in mente?

Per quanto riguarda me, sicuramente il Duomo di Milano e la Tour Eiffel di Parigi. Due città che da anni sono oramai il punto di riferimento per gli stilisti più famosi di tutto il mondo.

Prima di addentrarci nella descrizione di queste ultime, facciamo un passo indietro. Vi racconto del mio rapporto con la moda.

Una delle cose che faccio più fatica a fare in assoluto sono gli abbinamenti, mi piace indossare cose particolari e seguire i trend del momento, ma sono davvero una frana ad abbinare i capi, succede anche a voi?

“Questo colore starà bene con quell’altro?” “La ballerina qui ci sta o è meglio un biker?” “Tinta unita o fantasia?” Insomma le domande che mi pongo ogniqualvolta apro l’armadio o vado a fare shopping sono infinite. (Dio benedica le commesse disponibili e carine che mi sopportano quando cerco disperatamente un abito a 10 minuti dalla chiusura di un sabato sera)

Ecco perchè per me è indispensabile affidarmi alle riviste cartacee e online (Elle, Vogue), alle vetrine delle più prestigiose boutique o semplicemente alla gente che vedo passeggiare per strada. La mia attenzione viene catturata, le studio , e prendo appunti mentalmente! Sì, avete capito bene… a volte mi fermo a fissare imbambolata delle ragazze perchè mi piace da matti l’abbinamento che hanno scelto.

Detto ciò, siete pronte per questa sfida? Milano Vs Paris?

A Milano capito davvero spesso e, che ve lo dico a fare? C’è l’imbarazzo della scelta. Che voi passiate per Via Monte Napoleone, via della Spiga, Corso Vittorio Emanuele o Corso Buenos Aires sarete inondate dalla moda in tutti i modi, in tutti i luoghi e in tutti i mari, come la canzone del caro Scanu…che fine ha fatto poi? 😉

Inoltre ce n’è per tutti, non per forza dovrete SOLO guardare le vetrine con la faccia adorante e il naso appiccicato al vetro. Anche i marchi low cost, come Zara, H&M e Bershka prendono ispirazione dai grandi stilisti del mondo e realizzano capi molto trendy e accessibili a tutti i tipi di portafogli.

Parliamo poi di Parigi, vi va?

Che voi ci crediate o meno il nostro modo di vestire è condizionato anche dalla “Città dell’Amore” sebbene sia così distante. E’ vero, le origini di un marchio rimangono quelle, ma la sua popolarità non ha più confini. Pensate a Valentino, un’icona Italiana che oramai è intrinseca a qualsiasi altra grande città, Parigi in primis. Oppure, al contrario, Louis Vuitton, noto marchio francese, che è presente in Italia con ben 16 punti vendita sparsi in tutta la penisola.

Parigi per me è l’essenza dell’eleganza, anche un po’ egocentrica a volte. E’ come se questa città avesse fatto trovare agli stilisti il loro vero modo d’essere, la loro natura, grazie ai suoi colori: quelli caldi di Montmartre o del Quartiere Latino, quelli più spirituali della Parigi letteraria o quelli che legano Parigi e il cinema.

Non mi potrò mai scordare una lezione di un mio professore che un giorno, parlando di Maria Antonietta, ci disse che intorno al 1870  faceva tendenza il cosiddetto Cul de Paris (letteralmente, sedere parigino), la moda della gonna lunga a fondo schiena sporgente (le donne dell’epoca utilizzavano una sorta di attrezzo chiamato Tournure per mettere in mostra il proprio ‘posteriore’). Ebbene sì, ecco da dove arriva la gonna a vita alta, aderente e molto sensuale che vediamo spessissimo per le vie delle nostre città. Oltre ai pois da cui siamo praticamente invase e che io ADORO!

Sicuramente, dal mio piccolo mondo incasinato, vedo i grandi marchi come qualcosa di prestigioso e desiderabile, ma anche molto caro per le tasche di chi come me sta ancora studiando. Questo non vuol dire non potere avere un proprio stile ed essere sempre al passo con i tempi, infatti usare la fantasia ispirandosi ai grandi, è sicuramente il mio modo preferito di vivere la moda.

Infine, se vi dovessi descrivere il mio stile, vi direi che la maggior parte delle volte mi ritrovo ad essere decisamente “Street” e poco chic, ma in occasioni speciali ecco che la tal foto della tal ragazza in stile Bon Ton accanto alla Tour Eiffel torna utile e sfoggio un look prezioso e romantico.

23453_1346074626028_5279084_n

23453_1346074666029_7037152_n

Facade_-_Duomo_-_Milan_2014_(9)

Voi come vivete il rapporto con la moda? Dove trovate i vostri spunti miglori?

Un bacio

Ila

<3

You may also like

No comments

  1. Hey ciao… si è vero Parigi e Milano sono le capitali della moda, anche se adesso molto viene dagli USA (NY, LA ecc)! I miei spunti li trovo un po dappertutto… strada, riviste, web ma soprattutto molto gusto personale 🙂 anzi se ti va dai un’occhiata al mio blog è sul made in Italy principalmente quindi moda posti e food soprattutto … magari ci scambiamo pareri fashion e ci seguiamo se ti va 😉 a presto.. un bacio

Rispondi